Avvento 2020 – Il Verbo entra nella storia

Iniziative della Comunità Pastorale per vivere il mistero dell’Incarnazione del Signore.

L’Avvento è il periodo dell’anno che suggerisce di riflettere sul tempo, sulla dimensione temporale della vita umana. È una riflessione che contribuisce alla saggezza in molte esperienze culturali. Già il salmista suggerisce la preghiera «Insegnaci a contare i nostri giorni e acquisteremo un cuore saggio» (salmo 90,12).
I cristiani guardano bene i giorni, precari e promettenti, opachi e gravidi di speranza, così che si ravvivi lo stupore per quel giorno benedetto che li illumina tutti. Saremo capaci di considerare la storia, i suoi sussulti di sapienza e le sue deludenti insipienze, così che ancora ci sorprenda e ci rallegri il giorno santo di Gesù, luce e riposo per tutti gli altri giorni, capace di offrire pace? In questo contesto possiamo condividere almeno qualche riflessione di “buon senso”.
La preghiera nel tempo
Il dono dello Spirito adorna di ogni bellezza la Sposa dell’Agnello e dà alle parole della preghiera l’intensità del dialogo d’amore, la verità dell’abbandono fiducioso, la sincerità del riconoscimento dei peccati, l’esultanza della lode, lo struggente sospiro dell’attesa. I cristiani pregano sempre nello Spirito e nella Chiesa, sia nella preghiera liturgica, sia nella preghiera personale.
La preghiera liturgica è per eccellenza la voce della Sposa che esprime il suo amore per lo Sposo. Dobbiamo sempre imparare a pregare nella liturgia: l’ascolto della Parola, la comunione che si compie nell’Eucaristia, il contesto comunitario di incontro, canti parole, insomma tutti gli aspetti della celebrazione richiedono di essere curati.
Nella liturgia celebriamo il Signore Gesù, senso ultimo e definitivo della storia, anche del tempo tribolato che viviamo. La celebrazione eucaristica, in particolare, abbraccia tutte le dimensioni del tempo, passato, presente e futuro è memoriale della Pasqua, è presenza sacramentale di Cristo tra noi, è “pegno della gloria futura”, fonte inesauribile di speranza, nell’attesa della sua venuta.
L’osservanza doverosa dei protocolli per evitare i contagi è così complessa che sfigura le celebrazioni e affatica coloro che ne hanno responsabilità. I celebranti, in particolare i parroci, segnalano il rischio di sentire così doveroso e faticoso l’impegno per far osservare le indicazioni date da non riuscire a concentrarsi sul mistero che celebrano e da cui vengono la consolazione e la salvezza. Sono necessarie la collaborazione e la disponibilità di ognuno per evitare che il tutto si risolva in procedure, invece che essere celebrazione del mistero che salva.
Seguire le celebrazioni da remoto, per alcuni fedeli unica forma praticabile, è un surrogato della partecipazione liturgica: in qualche caso è necessario rassegnarsi, in genere è necessario vincere resistenze per manifestare in segni e parole la partecipazione al mistero della Chiesa che prega.
La preghiera personale deve trovare occasioni per una nuova freschezza e fedeltà nel tempo di Avvento. Le occasioni che ogni comunità locale e la comunità diocesana offrono per giorni di ritiro, esercizi spirituali, veglie di preghiera, richiamano la nostra Chiesa, spesso troppo indaffarata e distratta come Marta, ad ascoltare l’invito di Gesù a scegliere la cosa di cui c’è bisogno sull’esempio della sorella Maria (cfr. Luca 10,42).
Nelle tribolazioni presenti, nella apprensione per le persone e le cose minacciate dalla situazione che viviamo, abbiamo bisogno di pregare, di pregare molto, di pregare incessantemente: possiamo imparare a vivere pregando se ritmi, forme, tempi per sostare in preghiera segnano le nostre giornate come la liturgia delle Ore insegna da sempre.
+ Mario Delpini


Un tempo inedito.. passiamo da emergenza sanitaria a emergenza spirituale.
L’Avvento è tempo di preghiera, tempo di missione e tempo per organizzare il proprio tempo.

IL KAIRE DELLE 20.32 – Una reazione all’emergenza spirituale

Ogni sera d’Avvento tre minuti per pregare in famiglia con l’Arcivescovo.

L’intenzione dell’Arcivescovo è di riunirsi con chi vorrà accoglierlo nella dimensione domestica, per portare il conforto e la consolazione che può venire dalla grazia del Signore, come suggerisce lo stesso titolo di questi incontri: kaire infatti significa “rallegrati” ed è la prima parola che l’Arcangelo Gabriele rivolge a Maria a Nazareth per annunciarle che partorirà Gesù, il figlio di Dio.

La preghiera viene trasmessa in diretta alle ore 20:32 su ChiesaTv (canale 195 del digitale terrestre), su Radio Marconi, Radio Mater e Radio Missione Francescana. Gli interventi verranno caricati sul sito www.chiesadimilano.it e sul canale YouTube “chiesadimilano.it”, per consentirne la fruizione in qualunque momento.
Per una migliore ed agevole visualizzazione degli interventi in modalità online fare click qui o sul pulsante sotto riportato

CALENDARIO DI AVVENTO.. ogni giorno attraverso il canale Telegram

Dal 1 Dicembre, pubblicheremo un piccolo CONTRIBUTO artistico, letterario, musicale.. che ci aiuti, ogni giorno, a pregare e riflettere sul Vangelo accompagnandoci verso il Natale.

Si precisa che il canale Telegram è già attivo e ogni giorno viene postata la Parola “del giorno”, secondo il rito della Chiesa ambrosiana, letta e commentata dal popolo di Dio (laici, religiosi e chierici).
Unisciti al canale Telegram facendo click qui o sull’immagine sotto riportata e.. buona preghiera!

La Parola di ogni giorno

PREGHIERA DEI POVERI

Lunedì 30 Novembre 2020 alle ore 18.00 dalla chiesa Santo Stefano, la Caritas propone il “Rosario dei poveri” in diretta streaming sul canale YouTube della Comunità Pastorale Mariano Comense.
Per una migliore ed agevole visualizzazione vi rimandiamo direttamente al canale YouTube della Comunità Pastorale Mariano Comense facendo click qui o sull’immagine sotto riportata

Comunità Pastorale Mariano Comense

Il Rosario rimarrà online e disponibile alla visione in differita.

LA PAROLA OGNI GIORNO

In ogni Chiesa è disponibile il libretto “La Parola ogni giorno”, strumento prezioso per l’ascolto e la meditazione quotidiana.