19 e 26 settembre – Percorso tra arte e fede

DOMENICA ORE 15.00 nel complesso della parrocchia Santo Stefano.

La chiesa parrocchiale dedicata a Santo Stefano rappresentava il cuore dell’antica pieve facente capo a Mariano.
Gli scavi archeologici hanno permesso di testimoniare l’esistenza degli edifici sia in fase altomedievale che tardo romana.
Il battistero romanico risale al XI secolo (è datato tradizionalmente 1025), come numerosi esempi in Brianza.
La chiesa invece assunse la sua struttura attuale ai tempi di San Carlo, presenta interni d’epoca barocca con una sequenza di interessanti tele, oltre ad altari marmorei d’epoca neoclassica.

Durante il percorso storico-artistico, nel complesso della parrocchia Santo Stefano, visiteremo:
– il Battistero romanico di San Giovanni
– la Chiesa Prepositurale
– la raccolta d’Arte Sacra
– la Quadreria

Vuoi scoprire in anteprima i luoghi che andremo a visitare, vai alla sezione dedicata alla Parrocchia Santo Stefano facendo click qui.

Come raggiungerci:
Visualizza su Google Maps facendo CLICK QUI


EVENTI CULTURALI COMUNITA’ SAN FRANCESCO – AUTUNNO 2021
Nonostante la pandemia e la forzata chiusura di tante attività – tra cui anche quelle culturali nella nostra Comunità Pastorale – non si è spenta nel cuore dell’uomo quella sete di infinito che gli è insita. È riflesso di una “luce eterna”, accesa dall’Eterno nel momento in cui Egli ha preso carne nella vicenda concreta di Gesù di Nazaret. Così ci insegna con decisione la nostra fede cristiana. E così ci conferma quella bellezza che tanti artisti, poeti, musicisti, hanno saputo cantare quale riflesso di quello “splendore di luce eterna”. Tra i tanti è d’obbligo quest’anno onorare la vicenda storica e letteraria di Dante Alighieri, nel VII centenario della sua morte. Già lo scorso 26 giugno – con un concerto pianistico e una lettura guidata sul tema della figura femminile e dell’amore nella Divina Commedia – abbiamo inteso portare il nostro piccolo contributo all’opera del Sommo Poeta. Ora la nostra Comunità Pastorale “San Francesco d’Assisi” riprende le proposte culturali nella Bottega delle esposizioni e nel Cortile di san Francesco, come segnali di un timido ritorno alla normalità. Fu proprio con San Francesco che Dante espresse profonda sintonia di spirito. Il poverello d’Assisi inaugurò una nuova presenza religiosa nel suo tempo, fuori dal chiuso del monastero, in mezzo alla vita della gente comune, alla quale insegnò la contemplazione del creato e la lode per il suo Creatore in autentico spirito di povertà. Così Dante espresse il suo poema nella lingua parlata dal popolo e guardando dal cielo la nostra terra additò la grettezza di chi confida nei beni terreni. La bellezza è vera ricchezza, non ha prezzo quando nutre lo spirito e non la si spreca in squallida speculazione economica.
Don Luigi Redaelli
Prevosto Responsabile della Comunità pastorale

Il presente evento rientra nell’ambito degli eventi culturali organizzati dalla Comunità Pastorale San Francesco per l’autunno 2021.