4 dicembre – Concerto “Les Folies Ensemble”

DOMENICA ORE 16.00, presso la chiesa Santo Stefano.

A cura degli “Amici della Musica” di Monza.

Les Folies Ensemble è una nuova compagine musicale, nata durante l’anno accademico passato e composta esclusivamente da giovani diplomati del Conservatorio novarese. Il gruppo vanta già al suo attivo diversi concerti, svolti nell’ambito di rassegne concertistiche e luoghi di prestigio sia sul territorio piemontese, come il Conservatorio di Novara per “I Concerti del sabato”, la Rassegna “Ad Maiorem dei Gloriam” di Biella, la Chiesa Regina della Pace di Novara), sia sul territorio lombardo, come la Villa Reale di Monza o la Chiesa di Santa Maria Assunta di Gorla Maggiore.
Il repertorio proposto verte principalmente sul periodo Barocco, dal Kantor per antonomasia, Bach, del quale propone oltre ai Concerti Brandeburghesi, la Suite orchestrale n. 2, l’Offerta Musicale, fino al ricco Barocco di stampo italiano, con le musiche di Vivaldi e Corelli.

Programma:

Il programma si aprirà con due brani del repertorio “natalizio” barocco con il Concerto grosso fatto per la notte di Natale di Arcangelo Corelli, compositore romagnolo, conteso da molte corti europee e ammesso nella più prestigiosa società artistica e intellettuale del suo tempo, e Noel sur le instrument di Marc-Antoine Charpantier, autore tra l’altro della celeberrima sigla delle trasmissioni televisive in eurovisione!

A seguire verrà proposta una ricca raccolta di “càrole natalizie”, i tradizionali canti del Natale: originarie della tradizione orale inglese del tardo Medioevo (1350–1550 circa), le càrole hanno avuto un revival nella seconda metà del XVIII secolo, periodo nel quale sono state inoltre tradotte e importate in molti altri Paesi.

Arcangelo Corelli (1753-1713)
Concerto grosso fatto per la Notte di Natale
Marc-Antoine Charpentier (1643-1704)
Noël sur le instrument
Mykola Dmytrovyč Leontovyč (1877-1921)
Ukarinian Bell Carol
John Francis Wade (1711-1786)
Adeste Fideles
Tradizionale inglese XV-XVI sec.
God Rest You Merry, Gentlemen
Alfonso Maria de’ Liguori (1696-1787)
Tu scendi dalle stelle
Joseph Mohr (1792-1848)
Stille nacht
Isaac Watts (1674–1748)
Joy the world
Tradizionale tedesco XVI-XVII sec.
O Tannenbaum
Georg Friedrich Händel (1685-1759)
Alleluja
Tradizionale inglese XVIII sec.
We Wish You a Merry Christmas
Tradizionale inglese XVI-XVII
The First Noel


Volantino e programma


Come raggiungerci!

Visualizza su Google Maps facendo CLICK QUI


EVENTI CULTURALI COMUNITÀ SAN FRANCESCO – AUTUNNO / INVERNO 2022

Il presente evento rientra nell’ambito degli eventi culturali organizzati dalla Comunità Pastorale San Francesco per l’autunno / inverno 2022.

«È bene che ogni catechesi presti una speciale attenzione alla “via della bellezza” (via pulchritudinis). Annunciare Cristo significa mostrare che credere in Lui e seguirlo non è solamente una cosa vera e giusta, ma anche bella, capace di colmare la vita di un nuovo splendore e di una gioia profonda, anche in mezzo alle prove. In questa prospettiva, tutte le espressioni di autentica bellezza possono essere riconosciute come un sentiero che aiuta ad incontrarsi con il Signore Gesù. Non si tratta di fomentare un relativismo estetico, che possa oscurare il legame inseparabile tra verità, bontà e bellezza, ma di recuperare la stima della bellezza per poter giungere al cuore umano e far risplendere in esso la verità e la bontà del Risorto. Se, come afferma sant’Agostino, noi non amiamo se non ciò che è bello, il Figlio fatto uomo, rivelazione della infinita bellezza, è sommamente amabile, e ci attrae a sé con legami d’amore. Dunque si rende necessario che la formazione nella via pulchritudinis sia inserita nella trasmissione della fede. È auspicabile che ogni Chiesa particolare promuova l’uso delle arti nella sua opera evangelizzatrice, in continuità con la ricchezza del passato, ma anche nella vastità delle sue molteplici espressioni attuali, al fine di trasmettere la fede in un nuovo “linguaggio parabolico”. Bisogna avere il coraggio di trovare i nuovi segni, i nuovi simboli, una nuova carne per la trasmissione della Parola, le diverse forme di bellezza che si manifestano in vari ambiti culturali, e comprese quelle modalità non convenzionali di bellezza, che possono essere poco significative per gli evangelizzatori, ma che sono diventate particolarmente attraenti per gli altri».
Papa Francesco Esort. ap. Evangelii gaudium n.167